Tappeti gioco

Non sono un’amante dei tappeti. Non fraintendetemi, i tappeti mi piacciono…a casa degli altri.

Io li vedo come un ricettacolo di polvere e di acari. In ogni caso una scocciatura da pulire.

Possiedo, anzi possedevo, due tappeti in casa mia. L’ormai odiatissimo Lappjung Ruta in soggiorno, tra divano e televisione. Enorme e bellissimo.

lappljung-ruta-tappeto-pelo-corto-colori-vari__0185490_PE337503_S4

Poi è diventato grigio. Una volta ho avuto la brillante idea di fargli la doccia, devo aggiungere altro?

E’ praticamente impossibile da pulire, l’unico metodo che mi viene in mente è quello di metterlo in un bel cortile cementato, sapone, scopa e pompa per l’acqua alla mano. Peccato che abiti in un condominio.

E poi possedevo il famosissimo Lillabo sempre di Ikea.

lillabo-tappeto-pelo-corto-verde__0114494_PE266980_S4

Non amo i tappeti in giro per casa, potete immaginare come io possa amare i tappeti in camera da letto. Ma questo tappeto è stato un regalo e mio figlio ne è stato subito molto entusiasta. Sta di fatto che anch’io alla lunga mi ci ero abituata…a patto di lavarlo spesso. Forse troppo. E così il tappeto che già al primo lavaggio aveva dato qualche segno di cedimento, era disintegrato nel giro di due anni. Alla fine l’ho buttato, ma visto che mio figlio ci giocava ancora molto, ho deciso subito di sostituirlo con altro.

Il problema è con cos’altro?

La mia idea è quella di prendere i tappeti in pcv tipo quelli che si trovano all’interno dei nido, in modo da poterli lavare assieme al pavimento tutte le volte che voglio e senza stare a pensare agli acari. Considerando anche il fatto che tra qualche mese arriverà un bimbetto gattonante e sbavante.

Il mio preferito in questo momento è questo:

tappetosumisura

In vendita sul sito tappetisumisura. Su questo sito posso scegliere le misure o richiedere un taglio personalizzato, mi sembra un’ottimo servizio.

Si trova qualcosa anche da Leroy Merlin, tipo questo e questo, ma mi sembrano meno belli.

Poi ho letto questo articolo che parla delle emissioni del pvc e che consiglia la gomma e mi sono arenata. Ho anche il dubbio che puzzi tantissimo.

Cosa faccio? Acquisto? Avete consigli o esperienze da condividere?

Fuorisalone 2015: Brera Design District. La mia prima tappa.

Nonostante un anomalo mal di schiena, tutta incerotta e dopata con antidolorifici vari, oggi ho iniziato il mio giro al fuorisalone 2015.

Il fuorisalone è una manifestazione parallela al Salone del Mobile di Milano, in cui ognuno è libero di creare il proprio evento. Da sito fuorisalone.it:

L’obiettivo di Fuorisalone.it è la promozione del design come evento, come performance, come installazione sul tessuto urbano. Un design che, uscendo dai suoi spazi ufficiali, diventa accessibile a tutti grazie all’utilizzo di strumenti e servizi adeguati.

Ed ecco la mia mini (e personalissima) guida al fuorisalone 2015 – Brera Design District.

SLOW WOOD – La rivalutazione dell’oggetto costruito artigianalmente, linee semplici e design pratico. Ve lo consiglio anche solo per l’odore di legno che si respira all’interno. Il sito ufficiale di Slow Wood.

DSC_5736

 

 

STAYGREEN Propone mobili e complementi d’arredo in cartone Nonostante l’uso di questo materiale lo stile proposto è elegante e moderno. Ecco il sito ufficiale.

DSC_5757

 

CC-TAPIS Tappeti moderni, scelta dei colori divina. Li avrei comprati tutti! Sito ufficiale.

DSC_5941

 

 

E sempre a proposito di tappeti vi consiglio un salto da Carl Hasen & Son – Kasthall. Due marchi che si occupano rispettivamente di mobili e tappeti.

DSC_6016

 

 

Questi per me erano tutti marchi nuovi, è stato bello scoprirli.