News sui bavaglini.

Buongiorno a tutti, vi scrivo un post al volo per alcuni piccoli aggiornamenti sui bavaglini.

Chi mi segue su Instagram avrà già visto questa foto e, probabilmente, anche i video su Instagram stories con tutti i nuovi tessuti che ho ordinato. A parte tre tessuti destinati alle tracolle, gli altri saranno dedicati ai bavaglini!! Sono super carica perché è sempre bello lavorare con nuovi tessuti.

img_2787Continua a leggere…

Bavaglini “Vecchi Merletti”: come nascono, perché ho iniziato a crearli e perché sono un prodotto di qualità.

Oggi vi racconterò tutto, ma proprio tutto tutto sui bavaglini che realizzo sempre con grande slancio e passione. Sono un articolo a cui sono molto affezionata e per il quale non sono disposta a scendere a compromessi.

Ho iniziato seriamente a pensare al valore dei bavaglini che realizzavo sporadicamente, quando mi sono ritrovata incinta del mio primo figlio. Preparavo il corredino ed ero alla ricerca di bavaglini, che si sa, non bastano mai. Tutti quelli in commercio li ho trovati bruttini, tristi, cuciti male o della misura sbagliata. Al primo lavaggio mi accorsi che alcuni si erano già rovinati, il tessuto si era ristretto, una tristezza infinita.

Usandoli, alcuni dei bavaglini acquistati risultavano davvero troppo piccoli, o leggeri, un disastro.

E quindi ho sfoderato la mia macchina da cucire e ho iniziato a pensare. Avevo del cotone di qualità in casa e la spugna. Una volta terminati, la differenza era lampante.

Decisi sin da subito di realizzare io stessa lo sbieco. Tecnica che avevo imparato realizzando il binding dei quilt che realizzavo in quella fase creativa della mia vita (e che tornerà, ve lo assicuro, ho già mille progetti per la testa!).

La scelta di realizzare io stessa i laccetti è uno dei punti fermi e più importanti dei miei bavaglini. Ho lavorato in passato con lo sbieco già acquistato ma spesso mi ha creato problemi (anche per la qualità inferiore del cotone). Fare da sola, comporta per me alcuni passaggi in più, quindi più tempo, ma credo che chi usa i miei bavaglini ha potuto notare la differenza da quelli acquistati.

Uno dei passi più divertenti quando devo cucire i bavaglini, consiste nella scelta dei tessuti, cercare tessuti divertenti e colorati mi piace tantissimo. L’ironia salverà il mondo, ne sono convinta.

La spugna che utilizzo è tutta in 100% cotone e la prendo da un piccolo produttore, quando è disponibile acquisto una spugna un po’ più corposa con un lato con effetto ciniglia. La amo.

Spesso i miei bavaglini sono acquistati per realizzare dei regali a piccoli già nati o che devono nascere. Per questo motivo ho scelto di regalare loro una piccola confezione. Una scatola per macaron, stretta e lunga, che decoro con del washi tape, un adesivo “Vecchi Merletti”, dello spago e il mio biglietto.

Aggiungo il mio biglietto perché è importante restare “reperibili”, per informazioni sul prodotto, per eventuali cambi o problemi. Punto molto sul fatto che non sparisco dopo l’acquisto, io resto qui disponibile a conversare, ad aiutare, a consigliare.

Nuovi inizi

Ho scoperto in questi giorni di avere una dote che non conoscevo: una buona resilienza.

La resilienza è quella capacità di far fronte ad eventi duri, traumatici, dolorosi, la capacità di ammortizzare il colpo. Beh! Io ammortizzo.

Dopo una pausa dovuta alla mia gravidanza, alla preparazione del parto e al dover affrontare alcuni problemi, eccomi di nuovo accanto alla mia amata macchina da cucire. Amica fedele. Risorsa indiscussa della mia vita.

Procedo barcamenandomi tra tutti gli impegni, tra cui quello di mamma di due splendidi bimbi, uno di solo due mesi e mezzo. Dovrei avere un piano editoriale e un piano per la produzione , forse dovrei focalizzare le mie forze in un percorso ben preciso. Niente di tutto questo è per il momento la mia realtà, non so se mai riuscirò ad essere così disciplinata. Quindi si procede inseguendo una linea guida ballerina nella mia testa, fatta di grandi folgorazioni e di voglia di fare.

Ho ripreso a cucire, dicevo, e ho ripreso proprio da loro, il mio punto forte del 2014/2015: i bavaglini.

Bavaglino azzurro con biberon, 100% cotone
Bavaglino bimbo 100% cotone

Nuovi tessuti con nuove fantasie sono in arrivo, alcuni li ho già caricati sul mio negozio su Etsy, altri arriveranno a breve. La produzione è iniziata e non credo che mi fermerò presto! 😀

Non mi stanco mai di cucire i bavaglini. Ne sono proprio innamorata. In fondo io non cucio per soldi, non cucio per la gloria. Certo, non sono ipocrita, mi piacerebbe monetizzare questa passione ma, innanzitutto, io cucio perché mi piace. Se avessi voluto solo monetizzare avrei scelto un ambito con più margine e probabilmente farei altro.

panda1

Cucire mi diverte, mi rilassa. Mi piace l’idea di vedere un’idea diventare reale, tangibile. Amo studiare come realizzare un oggetto, progettarlo. Ho un debole per la scelta dei tessuti. E quando vedo che un oggetto piace, che è apprezzato, sono proprio soddisfatta.

Cucire cambia in meglio la mia vita.

E quindi sono ufficialmente tornata, auguro a tutti voi un buon inizio di qualcosa, un progetto, una speranza, un’idea. Gli inizi sono linfa vitale.